Un cittadino dell’Oltrarno risponde a Matteo Renzi

Riportiamo la replica a titolo personale di Andrea Berti, cittadino dell’Oltrarno, alle dichiarazioni di Matteo Renzi riguardante il parcheggio di Piazza del Carmine.

Nel rilasciare certe dichiarazioni, apparse sul Corriere fiorentino del 13/12/2012, probabilmente il Sindaco non era a conoscenza, che (come da giorni annunciato) in occasione del Consiglio di Quartiere 1 del 12 dicembre u.s., aperto alla cittadinanza, sarebbero stati presentati da cittadini dell’Oltrarno progetti con l’ indicazione di come sia possibile non solo fare in modo che “una delle piazze più belle di Firenze” non continui “ad essere rovinata da un tappeto di automobili”, ma anche che non sia rovinata da anni di scavi e di opere di costruzione, devastanti per la vivibilità del rione, per realizzare un parcheggio sotterraneo in un contesto fortemente controindicato per la presenza di rilevanti criticità e con annessi e connessi tali da deturpare in modo irreversibile anche l’aspetto paesaggistico della piazza.

Il tutto per realizzare “un parcheggio sotterraneo a pagamento, mentre i residenti potranno godere di tariffe scontate”.

La presentazione di queste idee progettuali è realmente avvenuta e il Sindaco e la Giunta attraverso il Consiglio di Quartiere 1 ne possono prendere opportuna conoscenza.

Non solo uno “sparuto gruppo di residenti”, ma forse l’intera popolazione del rione di Oltrarno aspetta a gloria e con curiosità un’ Assemblea pubblica, organizzata (con la massima pubblicità) dall’Amministrazione comunale, per vedere in faccia il Sindaco (a cui “prude la lingua” e che sente “solo proteste”) mentre dice si (“e perchè” si) al parcheggio sotterraneo e si confronta pubblicamente con le ragioni del no, ragioni serie e ben argomentate. Un impegno a cui c’è da credere che il Sindaco “appena possibile” non voglia sottrarsi.

Andrea Berti

PS:

Interessante per tutti (Sindaco e popolazione) il parere espresso dall’Ordine degli Architetti, in occasione del focus group dell’11 dicembre u.s.

Allego i 2 progetti alternativi allo scavo ed alla costruzione di un parcheggio interrato, presentati ieri sera mercoledì 12 dicembre in occasione del Consiglio di Quartiere aperto sui problemi dell’Oltrarno.