Tomaso Montanari presenta Le pietre e il popolo in Oltrarno

MARTEDÌ 14 MAGGIO, ORE 21- FIRENZE

Ex Chiesa Di San Carlo Dei Barnabiti –Via Sant’Agostino 23

Incontro pubblico di
presentazione del libro

LE PIETRE E IL POPOLO-
Restituire ai cittadini l’arte e la storia delle città italiane
giustizia, ambiente e lavoro per invertire la rotta e battere la crisi”

di TOMASO MONTANARI

edito dalla MINIMUM FAX

Tomaso Montanari ne discute con la cittadinanza con
Anna Marson, “Amici del Nidiaci in Oltrarno”, Raffaele Palumbo, Anna Picciolini

L’incontro è organizzato da
Ass. Amici del Nidiaci in Oltrarno, Oltrarno Futuro,
ALBA Firenze, Comitato dei cittadini area fiorentina 

 

 Perché il valore civico dei monumenti è stato negato a favore del loro potenziale turistico, e quindi economico?
Perché la «valorizzazione» del patrimonio culturale ci ha indotti a trasformare le nostre città storiche in «luna park» gestiti da avidi usufruttuari?
Lo storico dell’arte Tomaso Montanari ci accompagna in una visita critica del nostro paese: dallo showroom Venezia, a una Roma dove si delira di piste di sci al Circo Massimo, a una Firenze dove si affittano gli Uffizi per sfilate di moda e si traforano gli affreschi di Vasari alla ricerca di un Leonardo inesistente, a una Napoli dove si progettano megaeventi mentre le chiese crollano e le biblioteche vengono razziate, all’Aquila che giace ancora in rovina mentre i cittadini sono deportati nelle new town, scopriamo che l’idea stessa di comunità è stata corrotta da una nuova politica che ci vuole non cittadini partecipi ma consumatori passivi. Le pietre e il popolo non è solo un durissimo pamphlet contro la retorica del Bello che copre lo sfruttamento delle città d’arte, ma è un manuale di resistenza capace di ricordarci che la funzione civile del patrimonio storico e artistico è uno dei principi fondanti della nostra democrazia, e che l’Italia può risorgere solo se si pensa come una «Repubblica basata sul lavoro e sulla conoscenza».