Riunione al Quartiere 1 e i problemi dell’Oltrarno

Report riunione al Quartiere in data 7/12/12

Il giorno 7/12/12 il Comitato Oltrarno Futuro è stato invitato al quartiere 1 per fare un propria relazione in un incontro con le Commissioni Urbanistica ed Ambiente in vista del Consiglio di Quartiere 1 aperto che avverrà il 12 dicembre alle 20,30 al Torrino di Santa Rosa, al quale tutta la cittadinanza è invitata con diritto di parola. Si parlerà in quella sede di tutti i problemi dell’Oltrarno e non solo del parcheggio interrato di piazza del Carmine.

Ha moderato il consigliere Armanni, Presidente della Commissione Urbanistica del Quartiere 1 che ha dato per prima cosa la parola al Comitato OltrarnoFuturo. Per il Comitato hanno relazionato Claudia U e Andrea B., esponendo e argomentando punto per punto le ragioni del no ai parcheggi interrati di Piazza Carmine e Piazza Brunelleschi.

Dopo sono intervenuti i seguenti consiglieri del Quartiere 1 :

- Marmugi (PD): Prima di tutto ha auspicato una maggiore collaborazione tra il Quartiere 1 e l’Amministrazione comunale. Ha rammentato che il quartiere già nel 2010 si era espresso per la pertinenzialità del parcheggio del Carmine: l’Oltrarno ha bisogno di mobilità e di sosta e un parcheggio non pertinenziale non va nella direzione giusta per risovere questi problemi, anzi attrae e aumenta il traffico. Quindi ha affermanto contrarietà al parcheggio interrato di piazza del Carmine, ma ha anche detto che è necessario non buttar via l’investimento poichè si possono trovare altri luoghi più adatti: il parcheggio va fatto ma da un altra parte. Ha anche affermato che è necessario liberare la piazza dalle auto.

-Sodi (SEL) Si è dichiarato concorde con noi in tutto. Ha sottolineato anche come, una volta sgombrata la Piazza del Carmine dalle auto, sarà necessario vigilare in modo che non si trasformi in quello che è attualmente piazza santo spirito, cioè una piazza non vissuta dai cittadini, ma ad uso e consumo dei visitatori. Il Consiglio di Quartiere 1 si deve anche far carico delle possibili alternative al parcheggio interrato, considerando che le scelte devono essere fatte su un ottica di lunga durata (che idea abbiamo della città da qui a 10 anni?)

-Fantini (PDL) Chiede dei percorsi paralleli tra il Quartiere 1 e il Comune. Dissente da alcune critiche ideologiche ai parcheggi, anche se ammette che molte criticità espresse dal Comitato OltrarnoFuturo sono vere. La piazza come è ora non va bene per due motivi: le macchine parcheggiate e il degrado. Concorda con la necessaria pertinenzialità di un possibile parcheggio.

-De Razza (PD) ha fatto notare che si è passati da una fase esplosiva di contrarietà (i 100 luoghi ) ad una fase di studio e proposta. Il confronto tra Quartiere 1, Amministrazione comunale e cittadinanza deve essere armonico: ora non lo è. E’ necessaria un idea globale di città , non si puo’ continuare a fare interventi episodici.

- Terrinazzi (IDV) In Oltrarno ci sono molti problemi, tra i quali il passaggio grandi bus turistici da far cessare e la sostituzione dei bus del servizio pubblico con bussini elettrici. Segnala, a proposito della falda acquifera, cantine allagate in Via Romana. Il parcheggio interrato in Piazza del Carmine non va fatto. Indica che l’unico posto dove è possbile farne uno è a Porta Romana., cioè fuori dalle mura. E’ anche necessario spostare la centralina di rilevazione degli inquinanti nell’aria da Boboli a una via di più intenso traffico.

-Armanni (PD) E’ necessario sollecitare l’Amministrazione comunale affinchè ricerchi delle alternative a piazza del Carmine (per es: all’interno dei alcuni isolati di via Finiguerra, in viale Ariosto, in alcune aree private).

Invita il Comitato Oltrarno Futuro a non focalizzare l’attenzione solo sulla questione del parcheggio interrato in piazza del Carmine, ma anche sui tanti problemi che l’Oltrarno vive, in modo da avere una visione più ampia,

Su questo incontro possiamo possiamo fare le seguenti osservazioni:

- tutti i consiglieri hanno sottolineato la non pertinenzialità del parcheggio interrato proposto per piazza del Carmine, riferendosi al fatto che il Consiglio di Quartiere 1 aveva nella discussione sul Piano strutturale insistito con l’Amministrazione ( N.B.: l’essere pertinenziale non significa “posti gratis per i residenti”, significa solamente “posti riservati ai residenti” che possono essere difficilmente gratis ma che sono o esclusivamente a pagamento o in vendita).

- l’impressione è che le ragioni del No ai 2 parcheggi interrati, con le criticità rese evidenti dall’azione critica ed informativa, finora svolta dal Comitato OltrarnoFuturo, abbiano fatto un certa breccia tra i consiglieri del Quartiere 1 e che ci sia una tendenza verso il no ai 2 parcheggi e a chiedere all’Amministrazione di orientarsi sulla ricerca di siti fuori della cerchia delle mura.

- Il Quartiere 1 con il Consiglio aperto del 12 dicembre mostra volontà di ascolto, ma stupisce che ancora non abbia indetto una Assemblea rivolta a tutti i cittadini del Quartiere per parlare espressamente dei 2 project financing per i parcheggi interrati di Piazza del Carmine e Piazza Brunelleschi, infatti il Consiglio di Quartiere aperto del 12 dicembre riguarda tutti i problemi del quartiere, il che per noi è senz’altro un bene dal momento che siamo portatori di altre rivendicazioni: via i bus dalle strade del quartiere, servizio pubblico con bussini elettrici ztl 24 ore su 24, spostamento centralina misurazione smog in strada, di transito.

- abbiamo notato nei consiglieri di Quartiere un certa mancanza di informazione su gli argomenti trattati.

Ci ha colpito soprattutto il fatto che non fossero al corrente del progetto del Comune di Firenze relativo al Gasometro, che coinvolge anche il territorio del Q.1, essendo all’oscuro del progetto di parcheggio in Viale Ariosto, che ne è parte integrante.