Non tutti i buchi riescono con la ciambella

Dal fronte dei parcheggi, qualche spunto di riflessione per noi che viviamo in attesa della Grande Buca di Piazza del Carmine.

A Pedimonte Matese, da cinque anni il cantiere del parcheggio interrato ha questo aspetto:

Ammettiamo di non aver seguito la vicenda nel dettaglio, ma pare che il problema sia una cabina di alto voltaggio che si sono dimenticati di spostare.

Insomma, gli imprevisti possono capitare…

A Viareggio, invece, il Comune ha imposto un abbonamento per la prima auto dei residenti di 20 euro mensili (e di 100 per la seconda). Non entriamo in merito alla decisione; sono interessanti invece le motivazioni.

A gestire i parcheggi è la solita società a capitale misto (il Comune più un privato). Non ci è chiaro esattamente che costi abbia tale società, visto che si tratta di posti in superficie, comunque il contratto tra il Comune e la società garantisce quanto segue:

“Il Comune, inoltre, si impegna a definire le tariffe per la sosta in modo da garantire comunque un gettito annuale a favore della Società non inferiore a quello indicato nell’ultimo bilancio consuntivo (2010), approvato prima dell’indizione della gara di individuazione del socio privato.”

Cioè una società che opera in condizioni di monopolio ha anche profitti garantiti, che non devono scendere sotto un certo livello; e spetta al Comune imporre ai cittadini il pagamento di tali profitti, e aumentare tali pagamenti ogni volta che i profitti rischiano di calare.

Tenetelo presente quando vi parleranno di “tariffe agevolate” per i residenti nel futuro parcheggio interrato di Piazza del Carmine: non fate i conti sulla tariffa del primo anno, insomma.

Infine, leggiamo questa notizia sul Corriere fiorentino:

La piazza diventa parcheggio – Non ha mai trovato la sua vera identità. Ma probabilmente questa era l’ultima che avrebbe voluto avere piazza Annigoni. Nel fine settimana l’enorme spazio vuoto, accanto al mercato di Sant’Ambrogio, si trasforma in un enorme parcheggio: addirittura tre file di auto parcheggiate. Mentre il parcheggio custodito, sotterraneo, della Firenze Parcheggi rimane vuoto (Foto di Federica Sanna)

Ora, il parcheggio di Sant’Ambrogio è proprio quello in cui si praticano le “tariffe agevolate” per residenti di 1.920 euro. Non siamo riusciti ancora a sapere quanti sarebbero i posti riservati per i residenti, ma sul sito del parcheggio, leggiamo che sono “esauriti“. In un parcheggio che (magari con una certa esagerazione giornalistica) viene definito vuoto.

Anche se da noi il rischio che i residenti parcheggino altrove viene ridotto dal fatto che a San Frediano non c’è, semplicemente, un altro posto dove parcheggiare.