Flash mob in Via de’ Serragli, Oltrarno

NAZIONE FIRENZE 30/8/2013
Oltrarno, prove di dialogo. Ma oggi tutti in strada: «Rispetto»
IL COMITATO’ SERRAGLI-ROMANACHIEDE CHE VENGA RISPETTATO IL LIMITE DI
VELOCITA’ DI 30 ALL’ORA. IL 5 NUOVA ASSEMBLEA

L’OLTRARNO scende di nuovo in strada. Questa volta per sensibilizzare gli automobilisti a rispettare il limite di velocità di 30 chilometri orari. «In via dei Serragli e in via Romana il passaggio di auto e bus a velocità superiore a 30km/h provoca vibrazioni, terremoti nelle case, crepe nei muri, rumore e forte inquinamento nocivo alla salute», scrive il Comitato residenti Serragli – Romana sul volantino che sarà distribuito oggi nel corso del flash mob (l’appuntamento è in via dei Serragli angolo Santa Monica alle 18).

Se dopo l’ultimo incontro con l’assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi i cittadini hanno ottenuto l’istituzione del limite di velocità a 30 chilometri orari, poco è cambiato. «Senza nessuno che controlla siamo punto e a capo». Ecco perché i residenti tornano in strada: «Chiediamo che vengano rispettati anche i divieti per bus
turistici non autorizzati».

PER LIMITARE il martellante via vai lungo la principale strada di uscita dal centro, il comitato torna a chiedere che venga rivista la mobilità della zona, con l’introduzione di bus elettrici e l’ampliamento della ztl. L’assessore, nel corso del precedente incontro, ha informato i rappresentanti del comitato di aver predisposto l’avvio di uno studio sulla fattibilità economica della possibilità di sostituire nelle cosiddette «ore di morbida» – ovvero quando la richiesta di servizio e il numero dei passeggeri si riduce – i bus in servizio sulle linee 36 e 37 con bussini a basso impatto.

«Qualcosa è stata ottenuta, per il resto ci sono impegni di cui verificheremo il rispetto, e ci sono obiettivi ancora da raggiungere».

In caso contrario i cittadini procederanno per vie legali. Sui tavoli di Palazzo Vecchio e Asl c’è già una lettera di diffida. Ma per ora è tutto in stand by: i residenti e l’amministrazione tentano la strada della collaborazione. Il 5 settembre si farà il punto della situazione: i rappresentanti dei comitati dell’Oltrarno saranno
ricevuti dalla Commissione Ambiente.

ross.c.